{"text":"
  • Pronti per una sana abbronzatura? La bella stagione è ormai alle porte e la comunità scientifica, come ogni anno, raccomanda una corretta esposizione solare.
    Se da una parte gli effetti nocivi dei raggi UVB sulla pelle sono tristemente noti, dall’altra recenti studi dimostrano che l’esposizione solare controllata è non solo utile, ma necessaria al nostro corpo, soprattutto per la sintesi della vitamina D.
    In Italia circa l’80% della popolazione nei mesi invernali è carente diVitamina D, e questo comporta un innalzamento del rischio per diversi tipi di patologie:
    tumore del colon
    sclerosi multipla
    depressione
    fragilità ossea
    Quindi, sì al sole, a patto che ci sia equilibrio e attenzione per la salute della pelle.
    Anche dal punto di vista strettamente estetico, infatti, un’abbronzatura presa con cura ha un risultato più piacevole e omogeneo; il colore ambrato è più persistente e scompare senza lasciare le temutissime macchie solari ,che sono antiestetiche e difficili da eliminare.quindi un buon solare con una protezione adeguata.
    I consigli per una sana abbronzatura
    Vediamo quali sono i consigli per proteggersi dai raggi solari senza rinunciare all’abbronzatura:
    1. Usare uno stick specifico per proteggere i nei. Ci sono alcuni punti del nostro corpo che devono essere trattati con un occhio di riguardo, i nostri nei. L’esposizione solare può essere molto pericolosa in questi casi, quindi è bene scegliere dei prodotti che contengano filtri solari sia chimici che fisici. Gli stick solari sono molto comodi per questo scopo e ci aiutano a prendere il sole in totale sicurezza. Da non dimenticare le labbra! Non contenendo melanina non hanno alcuno strumento per proteggersi dal sole, pensateci voi!
    2. Affidarsi a solari con SFP molto alto. In commercio, esistono solari per ogni tipo di esigenza. Il consiglio dei medici è di proteggere la propria pelle con dei filtri solari con SFP molto alto, da applicare almeno mezz’ora prima dell’esposizione al sole e riapplicare a intervalli regolari. L’applicazione deve essere tanto più ravvicinata nel tempo quanto più basso è il fattore di protezione del prodotto.
    3. Preparare la propria pelle all’esposizione. Una leggera esfoliazione al mattino permette di eliminare il primissimo strato di cellule dell’epidermide e consente, quindi, di prendere il sole in maniera omogenea su viso e corpo. In commercio esistono scrub e peeling già pronti, ma anche una miscela di olio di mandorle, caffè e zucchero di canna sarà perfetta.CHIEDI UN CONSIGLIO AL TUO FARMACISTA☀️⛱️